Prossimo evento
  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

La preghiera cristiana, scuola di comunione

Percorso di catechesi con gli adulti

La preghiera cristiana, scuola di comunione

Ricominciano Martedì prossimo, 30 Aprile, alle ore 18.00 le catechesi.

Questi ultimi incontri ci permetteranno di concludere il cammino di formazione per gli adulti che abbiamo percorso quest’anno.

Martedì, dalle ore 18.30 alle ore 19.15, presso il salone parrocchiale “Don Domenico Nucci”.

Il percorso di catechesi di quest’anno sarà un vero cammino di riscoperta del senso e delle caratteristiche della preghiera cristiana.

Cercherà di farsi eco di ciò che l’esperienza della chiesa e l’esperienza quotidiana di ciascuno attraverso il contatto con le Scritture, la celebrazione quotidiana della liturgia e la frequentazione della grande tradizione dei Padri ci insegnano sulla preghiera.

Ciascuno si trova in cammino sulla via della preghiera come su quello della vita cristiana, la via è la cifra essenziale per definire la vita cristiana; negli Atti degli Apostoli i cristiani sono definiti “quelli della via”, nessuno può pretendere di essere arrivato.

Vita e preghiera cristiana si implicano a vicenda, crescono insieme, procedono di pari passo; è un cammino in cui non solo non si finisce mai di imparare, ma in cui sembra – effettivamente – di essere sempre all’inizio, di dover sempre ricominciare, come dicevano i padri del deserto.

È un cammino in cui non ci sono risparmiate deviazioni,  soste, sbandamenti, difficoltà, è un cammino che ciascuno di noi è impegnato a imparare a scoprire personalmente, attraverso la propria esperienza, anche se può far tesoro dell’esperienza degli altri.

Saremo introdotti nelle linee fondamentali di ciò che chiamiamo comunemente preghiera.

Pregare nell’attuale società occidentale non è un’attività normale o scontata, se mai lo è stata, non appartiene più ai comportamenti sociali riconosciuti e accettati dalla maggioranza; pregare è un atto singolare, che crea distinzione, differenza, suscita sospetti, pregare da cristiani fa parte della differenza cristiana.

La vera preghiera cristiana non promette alcuna saggezza di vita individualistica, e neppure un esito terapeutico, ma tende semplicemente all’incontro con Dio, a discernere la sua presenza nella vita quotidiana, a contemplare persone ed eventi con il suo sguardo.

Lascia un commento